La ricerca racconta

[ Blog ]

...un sacco di spazio, giù in fondo

Come forse sapete non sono cresciuto da appassionato di natura, di animali, di vita extra-umana, diciamo. In realtà per molti anni, da ragazzo di campagna, ho desiderato metropoli sovraffollate di umani da spiare attraverso la metaforica finestra di un Simenon del nordest.
[ Blog ]

Tragedie complesse

La storia dello studio dei “commons” – una gestione collettiva delle terre che si pratica in Inghilterra fin dal medioevo – finisce per parlarci dei sistemi complessi legati alla sostenibilità ecologica sul pianeta (uso dell'acqua, fonti energetiche, sviluppo demografico, deforestazione) e dei superorganismi (api, formiche, termiti).
[ Blog ]

Gerridi stupratori contro gerridi gentiluomini

Avrei dovuto iniziare questo intervento con una definizione di “sociobiologia”, ma siccome questo termine fa più paura del necessario (non è fisica quantistica, vi assicuro), parto annunciando che andremo a raccontare di un paio di esperimenti che indicano come i gentiluomini hanno la meglio sugli stupratori, in linea di massima.
[ Blog ]

Il batterio a cui piacque la limonata

Richard Lenski, della Michigan State University, ha condotto uno dei più lunghi esperimenti sul tema dell’evoluzione. Dal 1988 in avanti, nel suo laboratorio sono state nutrite e lasciate nei loro contenitori, generazione dopo generazione, 12 colonie di Escherichia coli (si tratta di un batterio che vive nella parte bassa dell’intestino degli animali a sangue caldo, quindi anche nel nostro). Dopo vent’anni e dopo che 31.500 generazioni di batteri si erano succedute e miliardi di mutazioni erano intervenute, una delle colonie (solo una) ha sviluppato la capacità di nutrirsi anche con acido citrico, che era tra la miscela di nutrienti che venivano loro somministrati e che non viene di norma assorbito da quel batterio.
[ Blog ]

Femmine “cattive”, ma per finta

Da tempo è noto che alcune specie commestibili per i predatori imitano forme, colorazioni e comportamenti di specie velenose per non essere mangiate, una strategia detta "mimetismo batesiano" (dal naturalista inglese H.W. Bates che per primo la descrisse).