C'è vita sul terzo pianeta

[ Blog ]

Un buon giorno per la scienza

Sabato 22 aprile è ogni anno la “giornata della Terra”: con questo nome, dal 1970, le Nazioni Unite vogliono celebrare l’ambiente e sensibilizzare alla salvaguardia della Terra: ricordare che gli umani sono la specie che la sta mettendo in periocolo, ripensare i nostri comportamenti in relazione alla salute generale del “terzo pianeta”.
[ Blog ]

“Teste dure, presuntuose e ostili”

Una raccolta di articoli, che pubblicheremo nel corso dei prossimi mesi, in cui andremo a riflettere sulle nostre mancanze, sulle carenze degli umani in quanto specie e in particolare sulle lacune dei sapiens del XXI secolo: post-industriali, post-animali, post-culturali, post-intelligenti. Una serie, quindi, sulle nostre deficienze. Che sono piuttosto gravi, peraltro.
[ Blog ]

L'allegro statistico

Hans Rosling era un signore svedese con gli occhiali, capello biondo scandinavo pettinato con la riga e camicia senza cravatta. Hans Rosling è morto all’inizio di febbraio di quest’anno a 69 anni e mi manca molto.
[ Blog ]

Stupidi per selezione naturale

Ci sono diverse stranezze e paradossi di taglio scientifico sui quali torniamo spesso con colleghi naturalisti e biologi, davanti a una pizza-e-birra. Uno di questi è che nel corso dell’evoluzione, la specie homo sapiens è stata e sarà sempre composta di individui via via più stupidi. Uno studio recente ci dice che forse non sono solo baggianate da semi-ubriachi.
[ Blog ]

Ci troviamo al Bar della Scienza?

Caffè Scientifico, Apertivo con la Scienza, Caffé-Scienza e tanti altri nomi indicano una pratica che da alcuni decenni è pratica diffusa, affermata, e consolidata in tutto il mondo. Ma non sempre è chiaro di che cosa si tratta, e paradossalmente in Italia è considerata una faccenda di elite mentre i suoi obiettivi sono opposti.
[ Blog ]

Una modesta proposta

Questo è lo scenario: siete appassionati di natura, pensate che sia un imperativo categorico salvare il rinoceronte, pensate che la conferenza dell’IUCN di settembre sia stato l’evento dell’anno, e avete visto il documentario di Di Caprio il giorno che è uscito. Quello che vi voglio dire è che, date queste premesse (avete a cuore l’ambiente e siete più o meno acculturati) è probabile che leggiate ancora libri di carta e ne leggiate più di uno all’anno.
[ Blog ]

Attenti allo pterodattilo!

E siamo giunti all’ultima puntata della serie estiva sulle prese di posizione. Parliamo di evoluzione. Faccio una confessione: l’ho lasciata alla fine perché ho aspettato che mi venisse qualche guizzo, un’idea interessante, qualcosa da poter dire. Ma ecco, ora siamo al dunque e non so cosa scrivere, perché quando veniamo a parlare di evoluzionismo mi pare ovviamente ridicolo dover argomentare a sostegno. Temo che non riuscirò ad affrontare quest’ultima mia fatica in maniera seria come ho fatto per le precedenti.
[ Blog ]

3 milioni di anni invano

Ho messo insieme un paio di pensieri provenienti da diverse regioni geografiche della mia testa, oggi (è sempre così che nascono le idee interessanti, dall'ibridazione). Sto studiando molto di evoluzionismo, in questo periodo, e in particolare di evoluzione umana e raccolgo da lì molti spunti (esemplare 1 da ibridare). E ogni tanto trovo addirittura dieci minuti per leggere qualche articolo di una rivista (esemplare 2 da ibridare).
[ Blog ]

... poi ci inventeremo qualcosa

“Un narratore di storie, creatore di miti e distruttore del mondo naturale, il cui pensiero è un coacervo di ragione, emozione e religione. Un fortunato evento casuale nell’evoluzione dei primati durante il tardo Pleistocene. Magnifico quanto a immaginazione e istinto di esplorazione e tuttavia bramoso di essere il padrone di un pianeta in declino. Ossequioso verso esseri superiori e sprezzante nei confronti di forme di vita inferiori” (1)
[ Blog ]

Niente di sacro

“Si è detto che la scienza disumanizza l’uomo e lo trasforma in un numero. È falso … tragicamente falso. Guardate voi stessi. Questo è un campo di concentramento, questo è il forno crematorio di Auschwitz. È qui, che gli esseri umani sono stati trasformati in numeri. E non è stato causato dai gas. È stato causato dall’arroganza, dai dogmi, dall’ignoranza […] Questo è quello che fanno gli uomini quando vogliono avere tutta la conoscenza degli dei” (Jacob Bronowski, The Ascent of Man, 1973)