Animali in pillole

casa delle farfalle di bordano
[ Blog link ]

L'unione fa la forza

Alcuni insetti appartenenti alla famiglia dei Membracidi assomigliano in maniera straordinaria a delle spine. Per rendere più credibile questo mimetismo si riuniscono in gruppi su di un unico rametto in modo da farlo sembrare un rametto spinoso.
[ Blog ]

A caccia col trucco

La rana cornuta (Cerathophrys sp. – Sud America) utilizza una particolare tecnica di caccia per catturare le sue prede: rimane immobile parzialmente infossata nel terreno muovendo un dito di una delle zampe anteriori per farlo sembrare un piccolo verme, attirando così l’attenzione di qualche animale da mangiare.
[ Blog ]

Il serpente che cova le uova

Le femmine di alcune specie di pitone covano le loro uova. Dopo averle deposte le avvolgono con il corpo e le scaldano con il calore che producono con le contrazioni dei muscoli. Nella foto un pitone birmano (Python bivittatus), sud-est asiatico.
[ Blog ]

La medusa fotosintetica

Alcune specie di medusa hanno perso le abitudini predatorie e sono diventate vegetariane. Nell’isola asiatica di Palau, la specie Mastigias papua ha sviluppato una simbiosi con delle alghe unicellulari, le zooxantelle, presenti anche nella maggior parte dei coralli. Queste meduse riescono a vivere “coltivando” le alghe all’interno dei loro tessuti, utilizzando le sostanze organiche che queste producono mediante la fotosintesi.
[ Blog ]

Come ti cambio il colore

Gli animali che vivono negli ambienti desertici hanno evoluto curiosi adattamenti per sopravvivere in questi luoghi ostili. L'uromastice (Uromastyx sp.) è un rettile nordafricano che ha sviluppato un particolare sistema di termoregolazione. Durante le prime ore del mattino, quando l’ambiente è ancora freddo, appare molto scuro, quasi nero, per meglio assorbire il calore del sole. A mezzogiorno, quando l'insolazione è maggiore, l'uromastice assume una colorazione più chiara per riflettere i raggi termici ed evitare il surriscaldamento.
[ Blog ]

Fiori che scottano

Le Monstera sono piante diffuse nelle zone umide tropicali del Centro e Sud America e producono dei fiori molto singolari. In alcune ore del giorno le infiorescenze maschili producono calore, raggiungendo temperature fino a 50 gradi. Questo aiuta la pianta a diffondere il profumo che produce per attirare gli insetti impollinatori.
[ Blog ]

Profumare il nido

La cinciarella (Cyanistes caeruleus) per allontanare insetti parassiti e inibire lo sviluppo di batteri costruisce il nido utilizzando piante aromatiche. Le piante aromatiche contengono infatti sostanze deterrenti o tossiche per contrastare l’attacco di erbivori e insetti parassiti. Il loro forte odore è una minaccia che serve ad allontanare i nemici naturali.
[ Blog ]

La carnivora… vegetariana

La Nepenthes ampullaria è una pianta carnivora molto particolare poiché ha cambiato radicalmente la sua dieta diventando vegetariana. Con le sue foglie modificate in ascidi non cattura piccoli animali, ma intrappola foglie e altro detrito vegetale che cadono dagli alberi e dai quali ricava nutrienti indispensabili al suo sviluppo.
[ Blog ]

Il mimetismo del pesce pagliaccio

Come può un pesce pagliaccio vivere tra i tentacoli urticanti di un anemone senza soccombere? Il muco che riveste il piccolo pesce è chimicamente simile a quello dell’anemone, quindi è simile anche il suo “sapore”. L’anemone, ingannato, non riconosce il pagliaccio come preda e per questo non lo aggredisce.
[ Blog ]

Fiori per i colibrì

In Centro e Sud America molti fiori sono adattati a farsi impollinare dai colibrì. Sono caratterizzati da una forma spesso a trombetta, il colore rosso e l'assenza di profumo (gli uccelli hanno un pessimo olfatto).