Storie

Che cos’è l’intelligenza? Ha qualcosa a che fare con l’intuito, il ragionamento, la flessibilità? Con la curiosità, l’immaginazione? La pianificazione e la risoluzione dei problemi? Forse ne esistono diversi tipi, di intelligenza. ("Al di là delle parole", Carl Safina, Adelphi, 2018)

Pescare all'ombra

L'airone nero africano (Egretta ardesiaca), ha sviluppato un’eccezionale strategia di caccia per catturare piccoli pesci di cui si nutre. Per riuscire a vedere le sue prede dispone le ali in modo tale da creare un cono d'ombra sotto di sé ed eliminare in questo modo il riflesso del sole. Sembra inoltre che con questa tecnica l'airone riesca ad attirare i pesci che solitamente riconoscono le zone d'ombra come posti sicuri in cui rifugiarsi.

Evolversi controcorrente

Nel grande libro della vita esistono grandi passaggi epocali, che hanno permesso ad alcune classi animali di conquistare nuovi habitat e prosperare in assenza di competitori. Pensate a quali vantaggi hanno avuto i primi pesci che furono in grado di uscire dall’acqua, o i primi rettili in grado di volare, o ancora i primi mammiferi in grado di termoregolarsi.

Anche le formiche nel loro piccolo........incollano!

Le formiche tessitrici (Oecophylla sp.) costruiscono il loro nido utilizzando delle foglie che vengono incollate tra di loro. Il lavoro di costruzione è ben organizzato: mentre alcune formiche si occupano di avvicinare i lembi di due foglie, altre si muovono lungo la linea di giunzione per incollare tra loro le due parti. Come materiale incollante utilizzano la seta appiccicosa prodotta dalle loro larve che vengono spremute come una sorta di tubetto di colla.

Attenti allo pterodattilo!

E siamo giunti all’ultima puntata della serie estiva sulle prese di posizione. Parliamo di evoluzione. Faccio una confessione: l’ho lasciata alla fine perché ho aspettato che mi venisse qualche guizzo, un’idea interessante, qualcosa da poter dire. Ma ecco, ora siamo al dunque e non so cosa scrivere, perché quando veniamo a parlare di evoluzionismo mi pare ovviamente ridicolo dover argomentare a sostegno. Temo che non riuscirò ad affrontare quest’ultima mia fatica in maniera seria come ho fatto per le precedenti.

Scimmie da urlo

Le scimmie urlatrici del Centro e Sud America delimitano e difendono il loro territorio “urlando a squarciagola”. Grazie alla particolare conformazione della laringe che funziona come cassa di risonanza, sono in grado di produrre suoni potentissimi, simili a dei ruggiti, udibili a diversi chilometri di distanza. Le urla vengono quindi utilizzate come sorta di “barriera sonora” per definire i limiti del loro territorio ed evitare così eventuali scontri diretti con gli avversari

Ti piace il mio nido?

I maschi degli uccelli tessitori (fam. Ploceidae) costruiscono complessi ed elaborati nidi per attrarre e conquistare le femmine. Come materiale di costruzione utilizzano fili d'erba e strisce di foglie che vengono intrecciate tra loro ed annodate ad un ramoscello. Quando una femmina passa nelle vicinanze il tessitore si appende al nido a testa in giù mostrando i colori vivaci sotto le ali. Se l'esibizione la soddisfa e se il nido è di suo gradimento, la femmina accetta di accoppiarsi, altrimenti vola via alla ricerca di un maschio (ed un nido) migliore.

3 milioni di anni invano

Ho messo insieme un paio di pensieri provenienti da diverse regioni geografiche della mia testa, oggi (è sempre così che nascono le idee interessanti, dall'ibridazione). Sto studiando molto di evoluzionismo, in questo periodo, e in particolare di evoluzione umana e raccolgo da lì molti spunti (esemplare 1 da ibridare). E ogni tanto trovo addirittura dieci minuti per leggere qualche articolo di una rivista (esemplare 2 da ibridare).

Risolto (forse) il mistero dei carabi dorati

A lungo i naturalisti si sono chiesti per quale motivo alcuni coleotteri notturni possedessero splendide colorazioni metalliche. La loro bellezza sembrava non avere senso visto che questi insetti passano le ore del giorno infossati nel terreno e sono attivi solo di notte, quando nessuno può apprezzarne la livrea. Recenti teorie ipotizzano che le loro iridescenze multicolori siano solo la conseguenza della particolare microscultura della loro corazza (esoscheletro), una caratteristica che ha la funzione di renderli idrorepellenti impedendo che si imbrattino di fango.

Giardiniere, paesaggista e allevatore: il lupo

Il lupo è forse la specie animale più chiacchierata che conosciamo: nel corso di millenni è stato perseguitato e definito cattivo, feroce, codardo, assassino, mangiauomini, sterminatore di greggi, incarnazione del demonio … e la lista di terribili epiteti sarebbe ancora lunghissima.

Paracadute a 4 zampe

Il petauro dello zucchero (Petaurus breviceps), è un piccolo marsupiale diffuso in Nuova Guinea e in Australia. Per spostarsi velocemente da un albero all'altro si lancia nel vuoto e, grazie una sottile membrana di pelle che unisce le zampe anteriori a quelle posteriori, riesce a planare come una sorta di paracadute, utilizzando la coda come un timone.

... poi ci inventeremo qualcosa

“Un narratore di storie, creatore di miti e distruttore del mondo naturale, il cui pensiero è un coacervo di ragione, emozione e religione. Un fortunato evento casuale nell’evoluzione dei primati durante il tardo Pleistocene. Magnifico quanto a immaginazione e istinto di esplorazione e tuttavia bramoso di essere il padrone di un pianeta in declino. Ossequioso verso esseri superiori e sprezzante nei confronti di forme di vita inferiori” (1)

L'orchidea seduttrice

Le orchidee Ophrys, diffuse in Europa, si fanno impollinare da insetti che attirano con l’inganno. I loro fiori hanno forma e odore simili alle femmine di alcune vespe, per attirarne i maschi in una vera e propria “trappola amorosa”. Le vespe maschio, convinte di trovarsi di fronte ad una femmina, tentano di accoppiarsi con il fiore, imbrattandosi così di polline che trasporteranno verso un'altra orchidea.