Che fotocamera utilizzate?

Che fotocamera utilizzare?
autore Francesco Barbieri
data 15 Gennaio 2016
discipline Fotografia

Che fotocamera utilizzare per fare foto naturalistiche? La risposta, a mio parere, è più semplice di quanto ci si aspetti: una qualsiasi. Per realizzare immagini di natura non serve necessariamente un'attrezzatura professionale.

In effetti si possono realizzare scatti “buoni” anche con una piccola compatta, addirittura con uno smartphone, ma non è cosa facile. Serve prima di tutto conoscere i limiti del nostro piccolo apparecchio che, a causa delle piccole dimensioni del sensore, ci può dare foto dignitose solo in condizioni ottimali di luce.

Per questo ho deciso di postare un'immagine scattata con una digitale compatta di prima generazione, una Canon A85 del 2003 con sensore di soli 4 mega pixel del valore, oggi, di qualche decina di euro.

La foto l'ho realizzata nei mari corallini della Malesia peninsulare, utilizzando un piccolo scafandro dedicato. Il soggetto sono gli aculei della stella marina “corona di spine” (Acanthaster planci), nota per essere un temibile predatore di coralli e per avere spine velenose, vistosamente colorate per “avvertire” i potenziali nemici della loro pericolosità (colorazione aposematica).

Sotto acqua è quasi sempre indispensabile utilizzare luce artificiale in quanto alcuni colori (in particolare il rosso) non sono visibili già a pochi metri di profondità, a causa dell'effetto filtrante dell'acqua. In questa immagine, l'illuminazione è data dal piccolo lampeggiatore integrato della compatta a cui è stato applicato un diffusore, in dotazione con lo scafandro. Ho dovuto attivare il lampeggiatore manualmente (vedi simbolo a forma di piccolo fulmine) per evitare che l'esposimetro della macchina ritenesse che ci fosse già abbastanza luce ambientale e lo disattivasse automaticamente. 

Per la messa a fuoco ravvicinata ho attivato la modalità “macro”, indicata nella maggior parte degli apparecchi dal simbolo a forma di fiore.