×

Messaggio di stato

  • None of the 1 result rows in view Place and colorbox (field collection) (Master) had their field_place_geotag set. Therefore those rows could not be displayed as locations on the map. Are you using the correct field names?
  • First error row:
    item_id = 1694
    field_collection_item_item_id = 1694
    field_data_field_place_field_collection_item_entity_type = field_collection_item
    field_data_field_place_geotag_field_collection_item_entity_t = field_collection_item
    field_field_place = Array ( [0] => Array ( [rendered] => Array ( [#markup] => lago di cavazzo [#access] => 1 ) [raw] => Array ( ...
    field_field_place_geotag = Array ( )
    field_field_place_geotag_1 = Array ( )

A sud del lago

data Domenica, 14 Maggio, 2017
durata circa 3 ore
tipo Escursione
numero di partecipanti: Massimo 25 persone
partner in collaborazione con Ecomuseo Val del Lago e Camping Lago 3 Comuni
costo gratuito (prenotazione obbligatoria)
luogo

Escursione lungo le sponde meridionali del lago di Cavazzo e sul territorio circostante, in cerca delle tante meraviglie naturalistiche che lo costellano... e per finire una piccola degustazione di prodotti locali.

Seconda delle quattro escursioni organizzata dall’Ecomuseo della Val del Lago, insieme alla Casa delle Farfalle di Bordano. Il lago di Cavazzo non finisce mai di sturpire con le sue ricchezze ambientali e naturalistiche.

IL PERCORSO

L'accesso per scendere verso le fresche rive del lago avviene attraverso un cancello che immette in una piazzola dove nel 2009, nella ricorrenza del 33° anniversario del terremoto del Friuli, l’ex Comunità Monatana del Gemonese - canal del Ferro - Valcanale, insieme al comune di Bordano, ha realizzato un monumento dedicato "all'isolatore antisismico". Il viadotto di Somplago, che ben si osserva dal prato di accesso, è infatti il primo esempio di installazione di un dispositivo di isolamento antisismico usato in una struttura a ponte.

Questa è la posizione migliore per ammirare dall'alto il vasto bacino lacustre del lago di Cavazzo, il più vasto lago naturale del Friuli Venezia Giulia, collocato tra i territori dei Comuni di Cavazzo Carnico, Trasaghis e Bordano. Tutt'intorno ci sono segni di come il paesaggio negli anni sia cambiato: quello naturale è stato modellato dall'azione dell'uomo che ha lasciato, in questo nuovo "paesaggio costruito", segni di una certa rilevanza, come la fortificazione sul monte Festa e la Pieve di S. Stefano situata sul colle di Cesclans (Cavazzo Carnico).

Dalla piazzola si imbocca un sentiero che conduce al Parco botanico di Interneppo, il primo tratto del quale si snoda nel Parco Leskovic, dal nome del vecchio proprietario che aveva acquistato il sito con l'intenzione di trasformarlo in un giardino. Dopo una breve discesa si arriva in prossimità delle acque del lago e da qui si prosegue il percorso seguendo la riva occidentale.

Raggiunta la parte meridionale del lago, si attraversa un ponte edificato nel 2009 che passa sopra al canale emissario delle acque del lago stesso. Al di la del ponte si accede a un'area di riqualificazione ambientale il cui progetto è stato voluto dall’ex Comunità Montana. L'intervento ha consentito di ricreare le condizioni ambientali precedenti all'arrivo della centrale di Somplago. Sono così stati ricostruiti e valorizzati degli ambienti peculiari quali il canneto e lo stagno con la vegetazione ripariale tipica. Questi sono luoghi di riproduzione ideale per carpe e tinche, ma accolgono anche numerosi uccelli quali il tuffetto, la folaga e il germano reale.

L’escursione terminerà presso il Camping Lago 3 Comuni, dove poter degustare del cibo a base di prodotti tipici: occasione per stare “assieme” e continuare a chiaccherare di natura.

MENU

  • insalata di orzo con trota di S. Daniele
  • crostini con affettati di regione
  • torta salata alle erbe di campo e ricotta affumicata
  • montasio con mostarda di zucca e di mela
  • crespelle di grano saraceno ai frutti di bosco
  • da bere: succo di sambuco, acqua, prosecco

INFORMAZIONI

Ad accompagnare il gruppo, una biologa (Manuela Rossi) ed una forestale (Rossella Crescente).

Il ritrovo è previsto per le ore 10 presso la fermata dell’autobus in località Interneppo (frazione di Bordano) dove c’è un ampio parcheggio (a 5 minuti di auto dalla Casa delle Farfalle; approssimativamente 3 chilometri).

L’escursione durerà circa 3 ore, con un massimo di 25 partecipanti. La partecipazione è gratuita ma è obbligatorio prenotare perché i posti sono limitati (0432 1636 175 / 344 2345 406).

Ricordiamo di portare con sé qualcosa per la pioggia; scarponcini; cappello per il sole; merenda e acqua al seguito; per chi ce l’ha, un binocolo. In caso di forte maltempo lìescursione verrà annullata.